Il Violino, insieme alla Viola, al Violoncello ed al Contrabbasso appartiene alla famiglia degli strumenti ad arco. Il nome di tale famiglia deriva dal fatto che, contrariamente agli strumenti a pizzico (liuto, chitarra, mandolino, arpa etc. nei quali le corde vanno appunto pizzicate), per ottenere un suono è necessario strofinare l'arco sulle quattro corde che compongono gli strumenti.

Il corso di studio proposto segue il percorso usato nei Conservatori di Musica italiani e si articola in due punti fondamentali: impostazione dello strumento sulla spalla sinistra e dell'archetto con la mano destra, posa delle dita sulla tastiera.

Una volta acquisite queste nozioni fondamentali, seguirà la lettura delle note che nel corso degli anni sarà sempre più approfondita e, comunque, sempre più in linea con i libri di testo usati nei Conservatori di musica.

Non esiste un età particolare per avvicinarsi a questi strumenti, anche se è preferibile cominciare nei primi anni di scuola elementare.


Per informazioni su corsi ed insegnanti contattare la segreteria

Archi

Resp. Artistico: M° Alberto Pollesel